Rachel Bespaloff, tra filosofia e vita

di Letizia Bolzani

Dotata di intelletto e sensibilità acutissimi, nonché di talento artistico e musicale, in dialogo inesausto con i pensatori del passato e con quelli a lei coevi, la filosofa Rachel Bespaloff occupa un posto rilevante nel Novecento, nonostante sia rimasta un po’ nell’ombra di altre protagoniste femminili della filosofia, come Hannah Arendt e come Simone Weil, con cui pure condivise vari aspetti dell’esistenza. Anche lei ebrea, come Simone Weil (che non conobbe mai) fu costretta, nel 1942, a cercare rifugio negli Stati Uniti. E, nello stesso periodo in cui Weil si concentrava sullo studio dell'"Iliade", anche Rachel Bespaloff dedicava all'"Iliade" pagine fondamentali.

Il volume che esce ora da Einaudi è un altro saggio, l’ultimo della peraltro parca produzione della Bespaloff: uno studio su Montaigne che uscì postumo, nel 1950, dopo la deliberata scelta con cui ella pose fine alla sua vita. Ora il saggio "L’istante e la libertà" esce a cura e con un’importante introduzione di Laura Sanò (Università di Padova), che sarà nostra ospite in questa puntata, per tracciarci un ritratto di questa pensatrice da (ri)scoprire.

Libri presenti nel catalogo del Sistema bibliotecario ticinese (Sbt) 

Bespaloff, Rachel. L'istante e la libertà : saggio su Montaigne / trad. e cura di Laura Sanò. Einaudi, 2021

Bespaloff, Rachel. Su Heidegger / a cura di Laura Sanò. Bollati Boringhieri, 2010

Bespaloff, Rachel. Iliade. Castelvecchi, 2012

Altri libri di Rachel Bespaloff in Sbt

Altri libri a cura di Laura Sanò in Sbt