(iStock )

Storia della pasta

di Claudio Visentin

®

Nei nostri pranzi la pastasciutta è l’immancabile primo. Ma non è sempre stato così. Ancora in età moderna la pasta era un semplice contorno, senza particolare rilievo nei ricettari e nella dieta quotidiana. Poi nel Settecento a Napoli una plebe urbana sempre più numerosa affidò la sua sopravvivenza ai maccaroni, acquistati già cotti e consumati per la strada. La pasta cominciò allora la sua irresistibile espansione, dapprima nel nord Italia poi in diversi Paesi del mondo, dove giunse al seguito degli emigranti.

L’uso quotidiano fece emergere i diversi punti di forza della pasta di grano duro: in primo luogo era decisamente più nutriente delle alternative, quali le patate o la polenta di mais; ma soprattutto poteva combinarsi facilmente con i condimenti più diversi, oltre al tradizionale pomodoro e formaggio.

Utilizzando diverse fonti d’archivio, Alberto De Bernardi ha ripercorso questa curiosa pagina della storia sociale.

Libri e film presenti nel catalogo del Sistema bibliotecario ticinese (Sbt) 

De Bernardi, Alberto. Il paese dei maccheroni : storia sociale della pasta. Roma: Donzelli, 2019

La Cecla, Franco. La pasta e la pizza. Bologna: Il Mulino, 1998

Capatti, Alberto - Montanari, Massimo. La cucina italiana : storia di una cultura. Roma: Laterza, 1999

Miseria e nobiltà [Videoregistrazione] / un film di Mario Mattòli. Medusa Home Entertainment, 2004

Un americano a Roma [Videoregistrazione] / regia di Steno. Ripley's Home Video, 2008

Prima emissione lunedì 6 gennaio 2020

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Fire Dance - Gabor Szabo Ore 1:50