(TiPress)

“Col naso al finestrino”

di Cristina Foglia

Laser
Giovedì 26 maggio 2016 alle 10:00
In replica venerdì 9 dicembre 2016 alle 09:00 e alle 22:35

 

Il tabellone alla stazione di Bellinzona sta concludendo il suo conto alla rovescia di giorni, ore, minuti e secondi che ci separano dall’apertura della nuova Galleria di base del San Gottardo.

Un cantiere durato quasi un ventennio per un’opera che cambierà il nostro modo di muoverci, lo renderà ancora più rapido, ma ci priverà di una dimensione che quando si viaggia è a suo modo importante: quella panoramica.

Certo, rimarrà la possibilità percorrere la linea di montagna a bordo dei Tilo, dotati di ampie finestre. Ma non sarà più la stessa cosa.

Da “treno con vista” sulle magnifiche montagne dell’alta Leventina e del canton Uri, il collegamento veloce diventa un viaggio al buio per una durata di 57 chilometri. Cosa non si vedrà più dai nuovi treni?

Cristina Foglia ha percorso il tratto ferroviario che scomparirà sotto terra annotandolo  e arricchendo il racconto con le parole di due scrittori: Matteo Terzaghi e Peter Weber, autori del bel libretto “Gotthard Super Express” uscito per le edizioni Humboldt e il festival di traduzione Babel dello scorso anno.

Ora in onda Voci dipinte - Goya, le ombre della ragione In onda dalle 10:35
Brani Brani in onda In memory of an artist fur Streichorchester - Alan Hovhaness Ore 9:56