I due Papi

di Claudio Visentin

Per quasi dieci anni la Chiesa di Roma ha avuto due Papi, uno "emerito" e l'altro nella pienezza del suo potere: una situazione straordinaria aperta dall'improvvisa rinuncia di Benedetto XVI nel febbraio 2013. In questa puntata abbiamo ripercorso queste vicende cercando di rispondere a due domande di fondo.

Per cominciare, la rinuncia di Benedetto XVI è stata davvero una novità nella millenaria storia della Chiesa romana, o altri Papi si sono ritrovati in una condizione simile? Come spiegano i nostri ospiti - Agostino Paravicini Bagliani, Vincenzo Pacillo e Mario Prignano - in effetti diversi Papi hanno rinunciato al loro incarico, seppure ogni volta per ragioni diverse e quasi mai in piena libertà. Forse solo nel celebre caso di Celestino V, "che fece per viltade il gran rifiuto" (Durante Degli Alighieri, Canto III Inferno), è possibile stabilire un parallelo efficace.

È poi inevitabile tentare di gettare lo sguardo sul futuro: ora che non c'è più un Papa emerito, è il momento di pensare a una nuova sistemazione concettuale e giuridica della questione, in previsione di altri casi simili, a cominciare magari dallo stesso Papa Francesco, o la Chiesa romana dovrebbe mantenere la libertà di decidere caso per caso, secondo le circostanze?