"Per vedere l'elefante" tavola di Stefano Faravelli (Stefano Faravelli)

Il senso del viaggio nel mondo globale

di Claudio Visentin e Roberto Antonini

Scoperte, incontri, malintesi

Viaggiamo sempre più spesso, sempre più facilmente, sempre più lontano, eppure a volte sentiamo di aver smarrito il significato profondo del viaggio, la sua capacità di cambiare noi stessi e il mondo.

Tutte le civiltà più sviluppate hanno sostenuto con convinzione l’utilità dei viaggi come percorso di crescita personale e collettiva attraverso il confronto con la diversità di altri popoli, culture e religioni. Ma nel tempo della globalizzazione c’è ancora spazio per nuovi inizi ai confini del mondo? E l’arte del viaggio è diventata soltanto una nuova forma di consumo turistico? Dobbiamo imparare di nuovo a viaggiare, per imparare di nuovo a vedere?

Per rispondere a queste domande RSI Rete Due ha organizzato un incontro pubblico in collaborazione con Scuola Club Migros Ticino. Sul palco si sono confrontati due viaggiatori d’eccezione. Da un lato il pittore, filosofo e orientalista Stefano Faravelli, al quale si deve la riscoperta del “Carnet de voyage”; dall’altro Paolo Rumiz, giornalista e scrittore, una vita trascorsa viaggiando e raccontando, soprattutto lungo le rotte balcaniche.

In questa puntata di “Laser” ascoltiamo i momenti più significativi di quella serata.

 
Brani Brani in onda Exactly like us - Flip Phillips Ore 19:59