Léonie d’Aunet, una parigina alle Svalbard (3./5)

di Franco Brevini

Un’affascinante parigina nelle regioni più severe dell’Artico. Il viaggio alle Svalbard di Léonie d’Aunet fu la grande avventura della sua vita. La giovane donna accompagnava il compagno, il pittore François-Auguste Biard, che al Louvre ha lasciato il suo capolavoro. Si intitola Vue prise de la presqu’île des Tombeaux, au nord du Spitzberg. Effet d’aurore boréale e nella livida luce dell’aurora boreale raffigura un grandioso paesaggio glaciale, con i corpi di alcuni sfortunati esploratori semisommersi dalla neve.

Solo negli ultimi anni la figura di Léonie d’Aunet ha trovato il suo posto fra le più ardimentose viaggiatrici della propria epoca. La notorietà di cui godette mentre era in vita gli era stata invece assicurata da una vicenda che poco aveva a che fare con i viaggi: la scandalosa relazione adulterina intrattenuta con lo scrittore Victor Hugo.

Ora in onda Calendario dell'Avvento In onda dalle 8:02
Brani Brani in onda Chanson pour un Julien - Benjamin Siksou Ore 8:12