Ulrich Zwingli, (Hans Asper, 1549)

La Riforma in Svizzera: la Zurigo di Zwingli

di Emanuela Burgazzoli

LASER
Martedì 26 settembre 2017 alle 09:00
Replica alle 22:35

È stato il primo dei grandi riformatori svizzeri, ma è restato a lungo nell'ombra di Martin Lutero e Giovanni Calvino; soltanto negli ultimi decenni lo studio delle fonti e biografie aggiornate hanno sgombrato il campo da pregiudizi e vecchi cliché. Ulrich Zwingli, dapprima parroco cattolico, con una formazione di umanista, poi riformatore convinto, chiamato a Zurigo nel 1519 intraprende un rinnovamento non soltanto della struttura ecclesiastica, ma dell'intera comunità cittadina. Quello zurighese diventerà un modello per altri cantoni e verrà esportato con successo in altri paesi; l'influenza del suo pensiero per la teologia protestante è tale che ancora oggi si parla di “zwinglianesimo”.

Monumento a Zwingli, Zurigo (©RSI - Emanuela Burgazzoli)

 

Serata evento: <data>land

Seguici con