(iStock)

Trasporto degli animali da reddito in Europa

di Alessandro Vicario

LASER
Giovedì 23 febbraio 2017 alle 09:00

Ogni anno un miliardo tra polli e altri volatili e quasi quaranta milioni tra bovini, suini, ovini ed equini viaggiano all'interno dell’Unione Europea o verso paesi oltre i confini comunitari, in particolare in Turchia. La loro destinazione è il mattatoio. Dopo una vita trascorsa perlopiù nel chiuso di capannoni, queste bestie sono costrette a viaggi sfiancanti su mezzi di trasporto spesso inadeguati.  Patiscono la fame, la sete, il caldo. Viaggiano ammassati sui camion per molte ore di seguito. Talvolta cadono e si feriscono. Arrivano a destinazione stremati. Alcuni moribondi o già morti.

Nei paesi che appartengono all'Unione Europea, questi trasporti, che avvengono perlopiù su strada, sono disciplinati dal Regolamento 1/2005 sulla “protezione degli animali durante il trasporto”. In Svizzera, invece, la materia è regolamentata dalla Legge federale 455 sulla protezione degli animali.

Assieme agli ospiti della puntata scopriremo la brutalità e le ripetute irregolarità e violazioni che avvengono durante questi viaggi. A dispetto dei regolamenti e delle leggi, gli animali non vengono trattati per ciò che sono (ossia esseri senzienti), ma come merce.

Iris Baumgaertner è vicepresidente dell'Associazione svizzera TSB - Tierschutzbund Zurich; Greta Demartini, Manuela Giacomini e Giuseppe Michele Giacomini sono i legali (dello studio Conte e Giacomini) che hanno patrocinato le associazioni nel denunciare alla Commissione Europea le violazioni del Regolamento riscontrate durante le investigazioni e i controlli. Annamaria Pisapia è direttrice del CIWF Italia - Compassion in World Farming.

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Everything you can imagine is real - Jeremy Pelt Ore 1:34