(iStock)

A destra tutta… Ma dove?

A cura di Roberto Antonini e Alessandro Bertellotti

MOBY DICK
Sabato 11 febbraio 2017 alle 10:00

Il processo di globalizzazione ha portato un po’ ovunque a una crisi delle politica, sempre meno in grado di svolgere quella tradizionale funzione di gestione della cosa pubblica in base a idee, orientamenti, progetti. A farne le spese, apparentemente, soprattutto la sinistra che un po’ ovunque appare in crisi, non in grado di formulare progetti alternativi e di contrastare mercati e finanza. La destra invece trova nella crisi del mondo contemporaneo, nuovi spazi. La questione tuttavia è particolarmente complessa, perché la destra, oggi, è da declinarsi al plurale. Vi è una destra populista e patriottica, un destra liberista, una destra che si iscrive nella tradizione del pensiero conservatore, una destra con posizioni vicine a quelle dei sindacati, una destra finanziaria, una destra popolare. Difficile dunque capire cosa sia oggi la destra e quali siano i suoi orizzonti. “Moby Dick” ne discute con Roberta Pantani, consigliera nazionale della Lega dei Ticinesi, Sergio Morisoli deputato in Gran Consiglio Ticinese per “La Destra” e Paolo Clemente Wicht ex presidente dell’UDC ticinese. Ospiti di “Moby Dick”, in interviste registrate, anche Gianfranco Fini ex presidente della Camera e artefice della trasformazione postfascista del Movimento Sociale Italiano e Roger Köppel direttore del settimanale “Die Weltwoche”.

 

Ogni centesimo conta

Seguici con