L’uomo fragile, la società vulnerabile

di Emanuela Burgazzoli

Oggi più che mai la salute mentale è divenuto un tema di stretta attualità: mentre si stanno ancora valutando le conseguenze psicologiche del Covid-19 a livello individuale e sociale, siamo alle prese con un altro evento traumatico, la guerra in Ucraina. I danni psicologici di un conflitto non riguardano soltanto chi è direttamente coinvolto, ma anche chi vi assiste a distanza. Quanto queste crisi ci hanno reso vulnerabili? Quali strumenti hanno a disposizione gli psicologi per curare e arginare questi disagi? Tutto ciò ha portato anche a un nuovo sguardo sociale sul disagio psichico? A "Moby Dick" per parlarne due ospiti: la psicologa Maria Chiara Ferrazzo-Arcidiacono e lo psichiatra Thomas Emmenegger. Ci chiederemo infine quali possano essere le origini psicologiche di quella che è stata definita la “follia” di Putin, nella cui mente, secondo alcuni, si sarebbe formata una realtà parallela incomprensibile al resto del mondo. Abile stratega o leader paranoico? Nell’ultima parte vi proponiamo l’intervista allo psicanalista Luigi Zoja, autore del saggio "Paranoia. La follia nella storia".