(iStock)

Extended Place - Incontro con Alessandro Stella

di Sergio Albertoni

Durante la primavera dello scorso anno, in piena crisi pandemica, nasceva con grande coraggio e determinazione una nuova etichetta discografica, Extended Place, da un’idea del pianista Alessandro Stella che il nostro pubblico probabilmente ricorda tra i protagonisti del Progetto Martha Argerich. Per questa etichetta, che vuol essere innovativa nel concetto, ogni proposta discografica è concepita come un progetto del tutto originale, la cui forma e la cui durata durata derivano ogni volta dalle esigenze particolari e specifiche della singola uscita. L’extended play (EP) - agile, versatile, compatto - si è rivelato essere il formato ideale per dare forma ai progetti di Extended Place, in linea con un criterio di concentrazione e coerenza. Spaziando attraverso diversi generi, dalla classica al jazz, Extended Place presta una particolare cura ad ogni aspetto della produzione, dal programma agli artisti coinvolti, con una speciale attenzione alla veste grafica.

Alessandro Stella, nelle sue vesti di fondatore e direttore dell’etichetta, ci illustra i suoi obiettivi e ci regala degli assaggi in anteprima delle prossime produzioni.

Ora in onda Prima fila - fino alle 22.35 In onda dalle 20:00
Brani Brani in onda Sunrise-Sunset - The Oscar Pettiford Orchestra Ore 19:59