(iStock )

Incontro con Giulio Biddau

di Valentina Bensi

Giulio Biddau, nato a Cagliari nel 1985, ha intrapreso lo studio del pianoforte con Arlette Giangrandi Eggmann e si è diplomato presso il Conservatorio della sua città. Ha proseguito i suoi studi pianistici a Parigi sotto la guida di Jean Marc Luisada all’École Normale, e privatamente con Aldo Ciccolini e Dominique Merlet. In seguito, ha conseguito con lode il diploma dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nella classe di Sergio Perticaroli, terminando poi il perfezionamento alla Hochschule für Musik “Hanns Eisler” di Berlino. Da ottobre 2022 è dottorando a Zurigo all’Università della Musica.

Laureato di prestigiosi concorsi internazionali, fra cui il Concorso Casagrande di Terni, il Tbilisi International Piano Competition, Iturbi di Valencia, la vittoria del Primo Premio al Concorso “Les Nuits Pianistiques – Lauréats SPEDIDAM” di Aix-en-Provence lo porta ad essere invitato da alcuni dei più importanti festival internazionali.

Il suo impegno nella musica contemporanea l’ha visto protagonista della creazione del "Banquet Concerto" di Tan Dun per pianoforte coro e orchestra, commissionato dall’Accademia di Santa Cecilia. Le sue esecuzioni di brani contemporanei, fra cui l’integrale per pianoforte di Henri Dutilleux e alcune prime esecuzioni di Stefano Gervasoni, sono state trasmesse da Rai Radio3, France Musique, ABC Australia e la televisione giapponese NHK.

La sua discografia include l’integrale delle "Barcarole" di Gabriel Fauré (2012 – Aparté), l’opera di Ottorino Respighi per pianoforte a quattro mani (2017 – Évidence) e il recente “Scarlatti to Scarlatti” (2022 – Aparté), frutto del suo lavoro di ricerca sulle edizioni storiche del compositore, che ci presenta per la prima volta al microfono sulle onde di Rete Due.

Ora in onda Prima fila - Europa in concerto In onda dalle 20:30
Brani Brani in onda Take four - John Abercrombie & WDR Big Band Ore 20:26