Una giornata per ripartire… dalla musica svizzera

Giovedì 16 settembre 2021 la musica svizzera viene celebrata dall’intera SSR

In un periodo denso di difficoltà per tutto l’ambito culturale la SSR si impegna a favore della scena musicale elvetica, proponendo giovedì 16 settembre la "Giornata nazionale della musica svizzera": ventiquattr’ore di programmazione e nuove produzioni svizzere su tutte le reti radio SRF, RTS, RSI e RTR, con un’attenzione particolare alle nuove generazioni.

La RSI torna a fungere da ponte ideale tra artisti e pubblico, offrendo un’intera giornata di programmazione e appuntamenti per valorizzare la ricchezza e l’eterogeneità del patrimonio sonoro elvetico.

Anche Rete Due consacrerà l’intera colonna sonora alla produzione svizzera. A cominciare dalla mattinata di Capriccio (09:30-11:00) affidata a sonorità di musica prodotta, pensata, eseguita nella Confederazione. Un input i cui effetti scorreranno come linfa attraverso la giornata, fino alla sera, che offrirà una “poltrona in Prima fila”, per calarsi all’ascolto di produzioni legate all’ambiente classico e contrassegnate dal "marchio"rossocrociato che, anche in musica, rivendica a ragione un suo spazio e un suo ruolo di "garanzia di qualità".

Momento centrale della Giornata sarà la diretta pomeridiana dall’Auditorio Stelio Molo RSI alle 14:30 con un’edizione speciale di Pavillon Suisse dedicata ai giovani talenti musicali del nostro Paese e moderata per l’occasione nelle quattro lingue nazionali.

Un incontro in musica e parole con quattro giovani solisti svizzeri che suoneranno e si racconteranno nell’ambito di un programma speciale di due ore proposto da RSI, RTS, SRF e RTR, alla vigilia della consegna a Lugano dei Premi Svizzeri di Musica.

Scelti dalle 4 regioni linguistiche, 4 giovani artisti di talento, il pianista Alex Cattaneo, la violinista Anna Naomi Schultsz, la flautista Luana Pereira Teixeira e il violoncellista Jonathan Gerstner, suoneranno opere di loro scelta, singolarmente, in duo e infine collettivamente. Accanto alle note anche i racconti dei protagonisti, che ai microfoni di Patricia Moreno, Maria Victoria Haas, Francesco Biamonte e Olivier Bosia diranno delle loro passioni, degl’inizi di carriera, di scelte personali e professionali.

 

BIOGRAFIE:

ALEX CATTANEO
Alex Cattaneo nasce il 4 giugno 1997 a Locarno.
A nove anni inizia lo studio del pianoforte. A partire dal 2008 studia sotto la guida del docente Redjan Teqja, con il quale continua gli studi fino al 2016, presso la sezione pre-college del Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano.
Seguito dalla docente di pianoforte Nora Doallo, da settembre 2016 a giugno 2019 frequenta il “Bachelor of Arts in Music” presso la scuola Universitaria del Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano e da settembre 2019 frequenta il corso “Master of Arts in Music performance”.
Dal 2011 partecipa a diversi concorsi pianistici nazionali (Concorso svizzero della Gioventù) e internazionali (Concorso Salieri - Italia, Concorso Aarhus - Danimarca) aggiudicandosi primi premi sia come solista che in formazione cameristica.
Nel 2021 si aggiudica una borsa di studio della fondazione Friedl Wald di Basilea.
Come concertista ha partecipato a diversi eventi musicali, tra i quali:
Recital solistico per Musica viva (RSI Retedue, 2021); Festival Ticino Musica 2020; Festival Ticino e Grigioni DOCG 2019; I Mercoledì Pianistici all’Elisarion di Minusio; Recital solistico nella serie “Debut” delle Settimane musicali di Ascona 2018; Concerti per pianoforte e orchestra con l’Orchesterakademie della Künstlerhaus di Boswil, con la Camerata Luzern e con la Bergensemble di Arosa.

 

ANNA NAOMI SCHULTSZ
Anna Naomi Schultsz è nata nel 2004 a Basilea.
FORMAZIONE
All’età di due anni impugna per la prima volta un violino e prende le prime lezioni dalla madre Isabelle Ladewig. Nel 2010 diventa allieva di Coosje Wijzenbeek a Ftan. La giovane violinista è stata borsista dell’Internationalen Musikakademie del Lichtenstein, dove partecipa regolarmente a corsi intensivi. Successivamente si è formata con Barbara Doll alla Musikakademie di Basilea e attualmente si sta formando alla Musikhochschule di Monaco sotto il magistero di Julia Fischer.
Dall’età di quattro anni ha inoltre preso lezioni di flauto dolce da Margret Föppl e Kathrin Bopp alla Schola Cantorum di Basilea.
CONCORSI
A sette anni ha vinto il primo premio con lode nella categoria flauto dolce al Concorso Svizzero di Musica per la Gioventù. Nel 2013, sempre nell’ambito del medesimo Concorso, ha poi vinto il Primo Premio di violino, nella categoria Duo. Nel febbraio 2016 ha conquistato in Belgio il Secondo premio al prestigioso “Concours International Arthur Grumiaux pour les jeunes violonistes”. Poi nel gennaio 2018 ha vinto il Primo Premio al “Nederlands Vioolconcours” e nel gennaio 2020 il Terzo premio al Concorso Davina van Wely.

CONCERTI e CARRIERA
Le sue esibizioni in pubblico si annoverano fin dalla più giovane età. A quattro anni la sua prima apparizione pubblica, cui sono seguite numerose partecipazioni a concerti di beneficenza o a concerti come vincitrice di Premi. Si è inoltre esibita in Olanda ai “Fancy Fiddlers”, vetrina per giovani talenti musicali organizzata da Coosje Wijzenbeek. A nove anni tiene a Basilea il suo primo concerto come solista accanto a un’orchestra. Nell’agosto 2015 suona al rinomato Grachtenfestival di Amsterdam, con concerti diffusi dalla televisione olandese. Nel 2016 debutta accanto all’amatoriale Akademisches Orchester Basel nel Concerto per violino di Bruch. Dal 2019 ha poi eseguito con orchestra il Concerto n.3 di Saint-Saëns, il Concerto di Čajkovskij e quello di Mendelssohn.
Dal 2019 è violino di spalla della Gstaad Festival Youth Orchestra.

 

JONATHAN GERSTNER
Classe 2003, Jonathan Gerstner si dedica allo studio del violoncello dall’età di 5 anni. Collabora ben presto con numerose orchestre, inclusa l’Orchestra Sinfonica svizzera della Gioventù (SJSO). Durante gli studi classici con Martin Reetz a Losanna inizia ad interessarsi ad altre espressioni artistiche, esplorando il jazz, il rock, e dedicandosi alla creazione audio-video. La passione per gli arrangiamenti, le registrazioni e la creazione video gli fa presto conquistare grande attenzione e gli offrirà occasioni di collaborazioni con artisti e compositori di colonne sonore a livello internazionale (Ardhito Pramono, Antoine Fafard, Coextinction Film). Da quest’esperienza nasce nel 2020 anche l’incontro con il poliedrico ensemble LimonCelli, già vincitore del Concorso svizzero di Musica per la Gioventù nel 2014, con cui collabora per il lavoro di Diploma. Sempre nel 2020, parallelamente agli studi liceali, inizia la sua formazione all’Hemu (Haute École de Musique) di Losanna nella classe di Patrick Demenga. Negli ultimi due anni ha inoltre collaborato con artisti rinomati quali il ballerino e direttore artistico del Colombian Classical Ballet Institute Oscar Chacón, il clarinettista Davide Bandieri e il pianista e direttore artistico di Lavaux Classic Guillaume Hersperger.

 

 

LUANA PEREIRA TEIXEIRA
Nata a Samedan (GR) e cresciuta a Zuoz, Luana prende le prime lezioni di flauto a 6 anni con Miriam Cipriani e poi con Flaviano Rossi. Dal 2012 ha partecipato a numerosi concerti, ottenendo sempre ottimi riconoscimenti. A 11 anni si è esibita come solista con l’Orchesterverein Engadin. Ha partecipato a molte Masterclass nell’ambito di Ticino Musica International Classic, dove ha potuto suonare e confrontarsi con flautisti rinomati quali János Bálint e Andrea Oliva. Fresca diplomata al Lyceum Alpinum di Zuoz, Luana studia attualmente alla Musikhochschule di Detmold con il Prof. János Bálint.

 

 
Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Marion (From Psycho) - Michael Wollny Ore 1:56