La battaglia di Anghiari in una copia di Rubens (1603) dell'opera perduta di Leonardo (Wikipedia)

The lost Fresco

di Giovanni Conti

®

L’affresco nel quale Leonardo da Vinci raffigurò la Battaglia di Anghiari è andato perduto. E su questa perdita si è costruito un mito. La vicenda inizia nell'aprile del 1503 quando Pier Solderini, Gonfaloniere della Repubblica fiorentina, affida l’incarico a Leonardo di affrescare una delle grandi pareti del Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio. Doveva essere un'opera grandiosa per dimensioni e per ambizione che l'avrebbe messo a diretto confronto con Michelangelo a cui era stato chiesto un altro affresco, "La Battaglia di Càscina", per la parete vicina. La scena affidata a Leonardo invece era la Battaglia di Anghiari ovvero un momento degli scontri tra esercito fiorentino e milanese del 29 giugno1440. A causa dell'inadeguatezza della tecnica applicata da Leonardo l’affresco non riuscì lasciando Leonardo sgomento e il suo insuccesso fece notizia. Nonostante i disastri, l'opera era stata in parte realizzata, infatti Leonardo vi aveva lavorato per ben un anno con sei assistenti. Malgrado i danni nella parte alta, quindi, questa Battaglia di Anghiari rimase esposta a Palazzo Vecchio per diversi anni; molti la videro. Alcuni la riprodussero. Rubens ne interpretò la parte centrale da una copia o forse dal cartone e sicuramente non dai resti del dipinto, essendo nato nel 1577 quando la profonda ristrutturazione di Giorgio Vasari era già stata messa in opera e il  dipinto di Rubens offre un'idea abbastanza chiara di cosa fosse l'affresco di Leonardo. Circa sessant'anni dopo, la decorazione del salone venne rifatta da Giorgio Vasari e la leggenda narra che quest’ultimo abbia nascosto i frammenti leonardiani ancora presenti sotto un nuovo intonaco. Nel mentre che gli storici dell’arte ancora dibattono sulla questione, Umbra Lucis ensemble ha pubblicato un interessante cd che con musiche d’epoca, e partendo dallo scontro anghiarese, propone un percorso tematico sulla "battaglia in musica".

Prima emissione domenica 02 febbraio 2020

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Nightbreak - The Claudia Quintet Ore 1:54