Un’estate…Medievale

di Giovanni Conti

Una puntata dal sapore estivo per rispondere  alla proposta: Perché non sfruttare la pausa estiva per meglio conoscere il Medioevo?

Abbiamo chiesto ad uno storico, già ospite di Rete Due, di scovare negli scaffali della sua biblioteca un volume che potesse assolvere a questo compito.

Marco Ferrero, Presidente del Centro Studi medievali Ponzio di Cluny ha scelto un prezioso libro che, con una straordinaria prefazione di Georges Duby, porta la firma dello studioso francese Guy Bois.

Non si tratta di una recente pubblicazione ma la scelta è stata voluta. Intitolato L’Anno mille, il mondo si trasforma, fu edito in italiano da Laterza per poi essere ripreso in versione economica anche da altri. Fu un successo grazie al fatto che Guy Bois, nel suo, libro costruisce con cura chiarezza e cautela il passaggio  che sostituì al sistema sociale “antico” il cosiddetto sistema feudale. In lavoro svolto facendo posto a tutte le istanze e accordando lo stesso interesse ai fatti religiosi, come alla demografia o alle tecniche di produzione.