Amicizia e rivalità

Il carteggio Zeri-Longhi, di Monica Bonetti

Hanno marcato la storia culturale del Novecento italiano certamente nel campo della storia dell’arte ma anche nell’ambito più ampio del dibattito delle idee e della tutela del patrimonio artistico.

Divisi da una generazione ed inizialmente legati da un rapporto discepolo – maestro, Federico Zeri e Roberto Longhi svelano nel loro carteggio non solo ragioni di un’affinità che si trasformerà in rivalità, ma anche i retroscena delle attività dell’amministrazione pubblica nell’Italia dell’immediato dopoguerra.

Una lettura avvincente per illustrare il metodo d’indagine dei due maggiori storici dell’arte del secolo scorso, capace anche di restituire lo spaccato del clima culturale e accademico di un trentennio.

Ne parliamo a “Voci dipinte” con lo storico dell’arte Mauro Natale, che di Zeri è stato allievo e con uno storico della letteratura con grandi curiosità artistiche Massimo Danzi.