Archivi

di Emanuela Burgazzoli

Molti ricorderanno la notizia clamorosa della partenza dell’archivio Harald Szeemann per Los Angeles: il ricchissimo fondo del celebre curatore d’arte svizzero è stato infatti comprato dal Getty Museum. Al di là della cronaca, la Svizzera ha perso l'occasione di poter conservare una documentazione preziosa, in grado di fotografare l'evoluzione dell’arte contemporanea degli ultimi decenni.

Negli ultimi anni si è accresciuto l’interesse per i lasciti di storici dell’arte depositati presso musei, biblioteche e fondazioni. Non tutti però hanno trovato adeguata sistemazione, alcuni rischiano di essere dispersi o di restare poco accessibili. Eppure rappresentano un patrimonio storiografico prezioso per capire gli orientamenti della storia dell’arte, o meglio delle molteplici storie dell'arte.

Per capire l’importanza di questi archivi e per capire che cosa si sta facendo, anche nella Svizzera italiana, per salvaguardarli e catalogarli “Voci dipinte” ospita Andrea Bacchi, direttore della Fondazione Federico Zeri, Laura Damiani Cabrini, presidente del comitato di AsaSi, l’Associazione storici dell'arte della Svizzera italiana e il curatore e critico d'arte Martin Kunz.