Porte aperte a chi fugge dalla guerra - Poschiavo solidale con l’Ucraina - Cercatori di Dio

di Luisa Nitti e Paolo Tognina

  • Condividi
  • a A

Porte aperte a chi fugge dalla guerra, di Luisa Nitti
Nasce come iniziativa privata e diventa presto una gara di solidarietà: a Lugano la Chiesa riformata accoglie 50 donne con i loro bambini, in fuga dai bombardamenti in Ucraina. Un pullman privato finanziato da uno sponsor, un lungo viaggio fino in Ticino e l'accoglienza nelle famiglie, fra Lugano, Chiasso, Mendrisio. Ne parla il pastore riformato Giuseppe La Torre.

Poschiavo solidale con l’Ucraina, di Paolo Tognina
Lunedì sono arrivati a Brusio otto profughi provenienti dall’Ucraina. Quattro persone vengono da Kiev, quattro donne da Mariupol. Il gruppo è ospitato in un appartamento della locale chiesa riformata. Un comitato allargato, comprendente volontari, autorità comunali ed esponenti della chiesa, ha allestito un piano d’azione per garantire il loro accompagnamento. A Poschiavo, capoluogo della valle, la chiesa riformata ha messo a disposizione un’intera casa per accogliere altri profughi.

Cercatori di Dio, di Luisa Nitti
Il teologo e saggista cattolico Paolo Curtaz, nel suo ultimo libro "Dio c'è - ed è bellissimo" (ed. Piemme), mette a tema il centro della fede cristiana: la relazione con Dio. Rivolgendosi tanto a credenti in crisi quanto a non credenti, prende di petto alcune radicate immagini di Dio, che rischiano di essere fuorvianti nel percorso di fede. La lettura della Bibbia e lo sguardo rivolto a Cristo sono gli strumenti che sostengono la persona credente nella ricerca di Dio.