Via dall’Afghanistan - Una scuola per bambini in guerra - La “Casa della tenerezza”

di Paolo Tognina, Gioele Anni e Corinne Zaugg

  • Condividi
  • a A

Via dall'Afghanistan, di Paolo Tognina
Due famiglie afghane, accolte in Italia dalla Diaconia valdese - l’organismo umanitario della chiesa protestante -, raccontano la loro fuga dai talebani. La loro storia si intreccia con quella di Enaiatollah Akbari, protagonista del romanzo "Nel mare ci sono i coccodrilli" - scritto con Fabio Geda -, e del più recente "Storia di un figlio. Andata e ritorno".

La scuola che cambia la vita, di Gioele Anni
Da pochi giorni è nata la sezione svizzera di Still I Rise, l’organizzazione non governativa fondata da Nicolò Govoni che offre istruzione a bambini di contesti disagiati, soprattutto profughi e migranti. La scuola è uno strumento che può cambiare il mondo: ne abbiamo parlato proprio con Nicolò Govoni, che è stato in Ticino anche per presentare il suo ultimo libro.

La famiglia una comunità di tenerezza, di Corinne Zaugg
Mons. Carlo Rocchetta è stato per trent’anni docente di sacramentaria in diversi atenei romani Roma e oggi insegna all’istituto teologico di Assisi. Ad un certo punto della sua vita sente forte il desiderio di dedicarsi totalmente alla famiglia e in particolare alle coppie in crisi ai loro figli ai coniugi soli e separati. E così vent’anni fa diede inizio all’esperienza della comunità familiare “Casa della tenerezza” dove le coppie che lo desiderano trovano accoglienza, ascolto, consiglio. Mons. Rocchetta è stato ospite, nei giorni scorsi, di un incontro promosso dalla Pastorale famigliare della diocesi di Lugano.