Lorenzo Della Croce
Lorenzo Della Croce

Lorenzo Della Croce

da Lugano alla Cambogia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli studenti in protesta ad Hong Kong si arrendono. Nelle ultime settimane non se ne era più parlato molto ma le proteste e le occupazioni proseguivano, così come gli scontri con la polizia e ieri è arrivato lannuncio dei leader della protesta che hanno deciso di consegnarsi alla polizia e hanno chiesto agli studenti di smobilitare. Il motivo: evitare altre violenze. Ma cosa è successo? Lo chiediamo al nostro espatriato, la nostra antenna sul territorio, Lorenzo Della Croce.

Dopo 3 anni dall'ultima chiacchierata, ritroviamo Lorenzo in Cambogia. Lasciato il mondo della moda e la città di Hong Kong, insieme alla moglie si è trasferito e ha fondato il progetto umanitario LTPP che aiuta i bambini cambogiani.

Abbiamo contattato nuovamente Lorenzo che ha parecchie novità da raccontarci. Con il suo entusiasmo e la sua generosità, insieme alle altre persone coinvolte nella sua ONG, porta avanti le tante attività che mirano a dare aiuti alle popolazioni rurali di Siem Reap e ha creato nuovi progetti di istruzione.

Ritroviamo Lorenzo a Siem Reap dove si parla di coronavirus ma dove i casi sono molto limitati. I problemi sanitari più impellenti sono altri: la malaria per esempio. Le conseguenze economiche della pandemia però si fanno sentire anche lì visto che il 90% della popolazione vive di turismo e gli alberghi sono vuoti. C’è quindi molto da fare e il suo progetto “anello della solidarietà”, nato grazie all’ascolto di Albachiara, sta dando buoni frutti.

Ecco il nuovissimo sito di Lorenzo. Clicca qui!