(iStock)

Educazione ambientale e sviluppo sostenibile, quando è la scuola ad occuparsene

Con Antonio Bolzani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Ecologia, educazione ambientale, educazione allo sviluppo sostenibile e via dicendo: tutte queste parole sono oramai entrate nel nostro linguaggio comune. Questi concetti hanno cambiato anche i comportamenti e il modo di vivere di noi tutti; oggi si è molto più attenti, più informati e più sensibili, grazie anche alle scuole dove l’educazione ambientale è oramai diventata una materia “trasversale”, cioè viene insegnata e proposta in tante altre materie. A questo proposito domani a Locarno si terrà la giornata di informazione e discussione dedicata all'educazione allo sviluppo sostenibile della Svizzera italiana. La giornata focalizzata sull’ “Acqua virtuale” si rivolge ai docenti -dalla scuola dell’infanzia fino alle medie superiori- e a tutti gli interessati. Nella consulenza ci soffermiamo sui vari ambiti che riguardano lo sviluppo sostenibile, cercando di stimolare e di incuriosire il pubblico su cosa possono o potrebbero ulteriormente fare i docenti e le famiglie per sensibilizzare maggiormente i giovani e i giovanissimi nelle loro abitudini e nei loro gesti quotidiani.

Ospiti:
Fabio Guarneri, Tiziano Putelli, Alessandro Leto
e Luca Reggiani.

Il programma completo della giornata è scaricabile dal sito educationi21