Scusa, non ti sento…: gli apparecchi acustici per i sordi e i deboli d'udito

Con Antonio Bolzani

giovedì 12/04/18 13:00
Medico mostrando Apparecchio acustico Scusa, non ti sento…: gli apparecchi acustici per i sordi e i deboli d'udito, 12.04.18

Sordi e deboli d’udito, uno sguardo alle limitazioni ed uno agli apparecchi acustici: spazio, nella puntata odierna, alle persone che non sentono o sentono poco. Dapprima i numeri che ci indicano che si contano circa 70 milioni di sordi al mondo. Preoccupa, in particolare, il dato che riguarda i giovani: il rischio di perdita uditiva nella popolazione giovanile si colloca senza alcun dubbio tra i nuovi rischi della salute. Senza la dovuta conoscenza i giovani subiscono l’aumento degli stimoli sonori nel tempo libero e ne sottovalutano spesso le conseguenze per l’udito. Ed è per questo motivo che il monito degli esperti internazionali si rivolge soprattutto ai giovani: oggi un adolescente su cinque lamenta un disturbo uditivo. Inoltre i numeri risultano in aumento del 30% negli ultimi 15 anni. Prendersi cura del proprio udito, conoscerlo e apprezzarlo porta a proteggerlo. I problemi delle persone sorde si amplificano poi nel mercato del lavoro: il tasso di disoccupazione tra i sordi è in effetti di circa il 10%, vale a dire tre volte tanto quanto quello delle persone udenti. Oggi ci occupiamo soprattutto dei rimedi in caso di sordità: in effetti se l’udito cala e non si sente più come prima, a causa dell’età o di un’ audiolesi per una professione usurante, serve quasi sempre un apparecchio acustico o una protesi. I modelli più pratici sono quelli con o senza batterie? I prezzi di questi apparecchi possono essere alti ma variano molto tra un modello e l’altro; allora cosa offre il mercato e quali sono le nuove tecnologie adatte alle esigenze e alle richieste di coloro che necessitano di questi apparecchi? L’AVS e L’AI rimborsano soltanto una parte dei costi, il resto va pagato di tasca propria: quanto si deve spendere ed investire per un apparecchio acustico? Come occorre rapportarsi con una persona sorda? Quali sono le possibilità che hanno dei genitori udenti di avvicinare i bambini sordi alla lingua dei segni? Sono alcune delle domande alle quali rispondono i nostri esperti.

Ospiti:
Cinzia Santo
, collaboratrice dell'ATiDUAssociazione Ticino e Moesano per persone con problemi d’udito
Cosimo Serino, audioprotesista del negozio Belotti
Bruno Balestra, presidente del Lions Club Lugano

 

Per saperne di più:
ATiDUAssociazione Ticino e Moesano per persone con problemi d’udito

Federazione Svizzera dei Sordi SGB-FSS

Star Wars: Il risveglio della forza

Seguici con
Altre puntate