Troppe spese e pochi soldi: come prevenire l’indebitamento eccessivo

Con Antonio Bolzani

giovedì 16/11/17 13:00
Troppe spese e pochi soldi: come prevenire l’indebitamento eccessivo

A quanto sembra in Ticino il problema dell’indebitamento eccessivo coinvolge circa 24 mila persone, il 7,5 per cento della popolazione. Una persona, una famiglia o un’economia domestica è considerata sovraindebitata o a rischio indebitamento eccessivo quando le sue risorse, in particolare il reddito corrente, dopo la deduzione delle spese necessarie per il sostentamento, non bastano per onorare gli impegni finanziari scoperti entro un termine temporale determinabile.

Le persone sovraindebitate inizialmente cessano di pagare varie fatture, tra cui in particolare le imposte, i premi di assicurazione malattia e le spese sanitare, l’affitto, le bollette dell’elettricità e quelle telefoniche. Spesso ci si confronta con questo problema quando nella vita subentra un cambiamento come il pensionamento; la perdita del lavoro; l’andare a vivere da soli, soprattutto per i giovani; l’insorgere di una malattia o di un infortunio; e la separazione dei coniugi. L’esistenza di scoperti bancari o arretrati di pagamento per un ammontare superiore ai due terzi del reddito disponibile totale mensile di un’economia domestica può essere considerata critica.

L’indebitamento eccessivo non è quindi un fenomeno legato alla mancanza di denaro, bensì alla gestione inappropriata delle spese rispetto alla disponibilità finanziaria e all’uso inappropriato degli strumenti di credito. Il sistema finanziario mette infatti a disposizione molte allettanti forme di credito: pagamento a credito, micro-credito, leasing, carta di credito, carta cliente e via dicendo. Queste possibilità di credito, combinate con i modelli sociali legati al consumo e con le innumerevoli opportunità di acquistare prodotti e servizi offerti dal mercato, rappresentano un rischio di indebitamento eccessivo per alcune fasce di popolazione.

Visto che giovedì prossimo 23 novembre è prevista a Lugano la “Giornata cantonale indebitamento eccessivo 2017”, nella consulenza odierna i nostri esperti si soffermano su quanto si può fare sia per prevenire l’indebitamento sia per uscire da una situazione di precarietà finanziaria.

Ospiti:
Francesco Pezzoli
, responsabile del Servizio Accompagnamento Sociale Città di Lugano
Simona Bernasconi,  direttrice dell'Associazione SOS Debiti
Marcello Martinoni, coordinatore del "Franco in tasca" (Piano cantonale pilota di prevenzione dell'indebitamento eccessivo)

Star Wars: Il risveglio della forza

Seguici con
Altre puntate