Una guida contro lo spreco alimentare

Con Isabella Visetti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La scorsa settimana è stata lanciata la campagna nazionale contro lo spreco alimentare alla quale hanno aderito venti cantoni, tra cui anche il Canton Ticino. Durerà tre anni con l’intento di sensibilizzare la popolazione su una tematica che riguarda tutti e si sta aggravando.  In un recente studio del Politecnico federale di Zurigo, si stima che nelle economie domestiche svizzere 90 chilogrammi pro capite di alimenti ancora commestibili vengono gettati nel sacco dei rifiuti all’anno, pari a un costo di oltre 600 franchi per persona.

Il Dipartimento del territorio in collaborazione con l’Associazione delle consumatrici e dei consumatori della Svizzera italiana (ACSI), WWF Svizzera e il Gruppo di educazione ambientale della Svizzera italiana (GEASI), elaborerà un piano di azione per contenere lo spreco di cibo e diffondere comportamenti e gesti più sostenibili nella filiera alimentare. Oggi parliamo di quello che possiamo fare come consumatori nella nostra spesa quotidiana e nella gestione della nostra economia domestica.

 

Evelyne Battaglia, presidente dell’ACSI e dietista
Loris Palà, collaboratore della Divisione ambiente del Dipartimento del territorio del canton Ticino

Leggi il comunicato stampa del Dipartimento del territorio

Consigli utili

Sviluppo sostenibile

Cifre dell'Associazione consumatrici e consumatori della Svizzera italiana