(iStock)

125° anniversario della Biblioteca nazionale svizzera

Con Elizabeth Camozzi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il 2020 segna il 125° anniversario dalla nascita della Biblioteca nazionale svizzera, il cui mandato è quello di collezionare, catalogare, conservare e mettere a disposizione del pubblico una vasta gamma di informazioni inerenti alla Svizzera. Un compito che assolve avvalendosi di un’ampia rete di collaborazioni e partenariati nazionali ed internazionali, in modo trasversale e interdisciplinare.
Nel tempo si è dunque costituito una preziosa collezione costituita non solo da libri e da archivi, ma anche da materiale audiovisivo, giornali e riviste, articoli e carte geografiche.

Per riscoprire queste testimonianze che parlano di noi e della nostra storia e, di rimando, per “risvegliare ricordi” proprio come recita il motto con il quale la Biblioteca nazionale svizzera ha deciso di festeggiare questo suo importante anniversario, punteggiamo non solo la storia, ma in special modo l’impatto di questa istituzione nazionale dall’indubbia importanza culturale e societaria.

Ospiti:
Elena Balzardi, Vice-direttrice della Biblioteca nazionale Svizzera
Sacha Zala, Direttore del Centro di Ricerca dei Documenti Diplomatici Svizzeri, Professore di storia contemporanea all’Università di Berna e Presidente della Società Svizzera di Storia
Stefano Vassere, Direttore delle Biblioteche cantonali ticinesi, membro della Commissione della Biblioteca nazionale svizzera