Appartamenti liberi e vuoti: in Ticino aumenta lo sfitto

Con Antonio Bolzani

venerdì 22/11/19 11:05
Appartamenti liberi e vuoti: in Ticino aumenta lo sfitto

Affitto o compro? L’interrogativo sorge spontaneo in un periodo in cui l’offerta di abitazioni e di appartamenti è molto abbondante.

Il fenomeno dello sfitto è un problema cronico in Svizzera mentre in Ticino gli esperti sostengono che sia addirittura “fuori controllo” e si è arrivati nel terzo trimestre, secondo un recente studio del “Monitor immobiliare del Credit Suisse”, al 4,44%. Il tasso di abitazioni vuote nel nostro Paese è, per il decimo anno consecutivo, in crescita e si attesta all’1,66 per cento. In Ticino, il Cantone con la percentuale più elevata, siamo a 2,29 per cento, una cifra che evidenzia chiaramente le difficoltà di un mercato abitativo che soprattutto nel Mendrisiotto e nel Luganese deve confrontarsi con una situazione per certi versi allarmante.

Se pensiamo che nel solo Mendrisiotto si superano le mille abitazioni sfitte, si può ben capire come sia attualmente difficile orientarsi in un contesto che presenta un quadro preoccupante e delle prospettive piuttosto nebulose. Ma perché si è arrivati ad avere delle quote così alte di appartamenti vuoti? Gli affitti stanno diminuendo o sono ancora stabili? E poi, perché nonostante il calo della domanda, in Ticino si continua a costruire e si vedono cantieri un po’ ovunque? Perché, insomma, si continua ad investire nel mattone e nel mercato immobiliare se non c’è e non ci sarà una domanda e un’esigenza, visto che la popolazione non aumenta ma è stabile? Quali vantaggi ne possono trarre gli inquilini, sicuramente oggi molto più attenti alla qualità, che si confrontano con un’ampia e diversificata offerta, decisamente superiore rispetto all’effettiva domanda di abitazioni?

Guardando più in dettaglio, qual è la tipologia di appartamenti che rimangono vuoti? E questa continua e sostenuta occupazione di un territorio già molto densificato e quindi sempre più costruito, quale impatto ha sul paesaggio e sulle possibilità delle future generazioni di avere ancora degli spazi liberi e verdi? Poi, un'altra domanda si impone: calcolando l’invecchiamento della popolazione, si progetta anche in funzione del numero crescente di anziani?

Nella puntata odierna riflettiamo sulle circa 5 mila abitazioni vuote in Ticino e sugli spazi commerciali non utilizzati; su quanto sta accadendo nel mercato immobiliare; e sulle prospettive future di chi è immobiliarista, locatore e locatario.

Ospiti:
Alberto Montorfan
i, segretario generale di SVIT Ticino, l’Associazione svizzera dell’economia immobiliare o l'associazione ticinese che rappresenta i proprietari  immobiliari
Matteo Molteni, product manager e responsabile per il Ticino del Centro di informazione e di formazione immobiliare a Zurigo (CIFI SA)
Omar Terraneo, architetto e membro del consiglio direttivo della CATEF, la Camera ticinese dell’economia fondiaria
Mario Tamborini, segretario dell’Associazione Via Nassa

Le storie di Storie: La sosta

Seguici con
Altre puntate