(iStock)

I diritti dei “diversi”, tra disabilità e società

Con Nicola Colotti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lo scorso 24 gennaio al Cinema Plaza di Mendrisio l’associazione Atgabbes, il Gruppo Regionale Mendrisiotto e la Fondazione Provvida Madre, hanno organizzato una serata per la presentazione del film documentario “Zigulì”, tratto dall’omonimo libro di Massimiliano Verga che era presente alla proiezione e ha dialogato con il pubblico. Frutto di un grande e paziente lavoro di riprese è la testimonianza visiva dell’impegno di Massimiliano Verga nell’occuparsi dei suoi figli e in particolare di Moreno gravemente disabile. In un percorso di costante dedizione che si protrae da anni tra non poche difficoltà tra cui quella di conciliare l’impegno per i figli e il lavoro di docente universitario. Proprio l’attività accademica di Massimiliano Verga diventa l’occasione per uscire dai luoghi comuni della disabilità e dalla dimensione affettiva (non di rado pesante e soverchiante come bene appare nei suoi libri) per entrare in quella più concreta dell’insegnamento di Sociologia dei Diritti fondamentali alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Milano Bicocca. E tra i diritti sui quali anche in Svizzera non si smette di porre l’attenzione ci sono quelli che riguardano le persone con disabilità. Quali sono questi diritti? Perché non vengono totalmente garantiti? Perché si parla ancora tanto della disabilità come se fosse prima di ogni altra cosa una condizione di minorità? Con il direttore di Inclusione andicap ticino Marzio Proietti e con il sociologo-scrittore-padre di un bambino disabile Massimiliano Verga parliamo di diritti e dignità fondamentali di cui la disabilità è un caso particolare, che però ci riguarda tutti.

Ospiti:
Massimiliano Verga
, scrittore, docente universitario, insegna sociologia dei diritti fondamentali alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università Milano Bicocca. Autore di “Zigulì” (Ed. Mondadori 2012) a cui è seguito il film omonimo uscito lo scorso settembre recentemente presentato a Mendrisio
Marzio Proietti, Direttore inclusione andicap ticino