La vita che corre: la storia dei piloti e dei centauri ticinesi

con Antonio Bolzani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quando si parla di automobilismo e di piloti ticinesi, il ricordo va immediatamente a Clay Regazzoni e alle sue straordinarie stagioni da protagonista in Formula Uno. Ma oltre al grande Clay, c’è altro, tanto altro potremmo dire: il libro di Giorgio Keller, fresco di stampa e intitolato Piloti ticinesi da Grand Prix. 111 anni di emozioni”, ci offre l’occasione per fare un’incursione, potremmo dire a “manetta” visto il tema, nella storia dei piloti della Svizzera italiana.

In epoche diverse e con una tecnologia molto più limitata e ridotta rispetto ad oggi, abbiamo avuto, sia nell’automobilismo sia nel motociclismo, dei personaggi che, a partire dall’inizio dello scorso secolo, hanno saputo balzare agli onori della cronaca internazionale degli sport motoristici grazie alle loro imprese su due o su quattro ruote.
Ad esempio Pierno Primavesi, che con la sua auto da venti CV, nel 1908 andò da Lugano in Russia (e ritorno), su strade prevalentemente sterrate, per partecipare al Gran Premio San Pietroburgo-Mosca. O, ancora, Sergio Pellandini, senza dubbio il più popolare dei centauri ticinesi, che negli anni Settanta e Ottanta, in sella alla sua moto, sfrecciava in molti prestigiosi circuiti; disputò, tra l’altro, sei stagioni nel Motomondiale nella classe regina delle 500.

Insomma, nel volume di Keller si scoprono o si riscoprono delle imprese poco note di piloti la cui vita correva, tra sorpassi, chicane e traguardi, a velocità sostenutissime in sella ad una moto o al volante di potenti macchine. A Millevoci i nostri ospiti raccontano così le gesta, le gare, le avventure e le vicende umane e sportive di diversi piloti ticinesi che, spinti da un’enorme passione per i motori, hanno percorso, con le loro auto o le loro moto, strade, tracciati e piste di ogni tipo in competizioni e Gran Premi vari e anche alla 24 Ore di Le Mans.

Ospiti:
Giorgio Kelller, autore del libro “Piloti ticinesi da Grand Prix. 111 anni di emozioni”
Giorgio Passera, storico dell’automobilismo e autore del libro “I ragazzi del Ristorante Galleria. Storia dell’automobilismo ticinese dal 1959 al 1974”
Sergio Pellandini, popolare centauro ticinese con alle spalle, negli anni Ottanta, sei stagioni nel Motomondiale