Ed è solo l'inizio
Ed è solo l'inizio (Keystone)

Budapest incorona il fenomeno Popovici

Il 17enne rumeno è il più giovane della storia a fare doppietta 100/200 sl ai Mondiali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il grande protagonista dei Mondiali il Budapest è indubbiamente il rumeno David Popovici che, dopo aver conquistato il titolo iridato nei 200m stile libero l'altroieri, ha fatto il bis prendendosi oggi anche la gara sui 100m. E, come ha detto lui stesso al termine della prova odierna, "questo è soltanto l'inizio". Il 17enne fenomeno di Bucarest, che ha anche sfruttato al meglio l'assenza di Caeleb Dressel, diventa così il secondo nuotatore della storia a piazzare la doppietta 100/200, eguagliando l'impresa dell'allora 18enne statunitense Jim Montgomery che vi riuscì nei primissimi Mondiali a Belgrado nel 1973.

E una doppietta l'ha firmata anche il ventenne Léon Marchand che, dopo essersi imposto sabato nei 400m misti, si è ripetuto oggi nella distanza dimezzata con il crono di 1'55"22. In ambito femminile doppio trionfo per il Canada con la 15enne Summer McIntosh, la quale con il suo 2'05"20 ha fatto segnare il nuovo record mondiale junior nei 200m delfino, e con Kylie Masse, impostasi nei 50m dorso. La staffetta femminile 4x200m stile libero è invece andata alla formazione statunitense.

Finale per Mityukov, non per Mamié

Roman Mityukov ha staccato il biglietto per la finale dei 200m dorso, in programma domani alle 19h01. Il 21enne ginevrino, con il suo 1'57"08, ha infatti colto il settimo, e penultimo, posto disponibile per andare a caccia delle medaglie. Niente da fare invece per Lisa Mamié che, con il decimo crono nella semifinale dei 200m rana (2'25"56), ha mancato la qualificazione all'ultimo atto. A questa gara ha preso parte anche la coreana Sua Moon di soli 13 anni (nata il 22 novembre 2008)!

 
 
Condividi