Verso obiettivi importanti
Verso obiettivi importanti (Ti-Press)

L'anno da favola di Ajla Del Ponte

Dopo gli Europei, la ticinese sarà ai Giochi di Rio

Per Ajla Del Ponte questo è stato un anno straordinario, con dapprima il trasferimento a Losanna da una parte per iniziare la facoltà di Lettere all'Università e dall'altra per integrare un nuovo gruppo di allenamento, poi con la convocazione per la staffetta 4x100m agli Europei e ora quella imminente per l'evento che è l'obiettivo di ogni sportivo: i Giochi Olimpici. "Questo è stato un anno matto, ho iniziato ad allenarmi in un gruppo dove tutte puntavano a Rio, io invece ero la più giovane, non ci speravo. Adesso mi ritrovo nelle quattro papabili per Rio e questa cosa mi fa emozionare ancora tanto".

Merito di una prestazione brillante ad Amsterdam: "Per tutti i pronostici eravamo solo delle outsider, ma siamo riuscite a fare un bel quinto posto, condito da un record svizzero che nessuno si aspettava. Ora vogliamo migliorarci in vista dei Giochi Olimpici. Nei prossimi giorni avremo la convocazione ufficiale per Rio, e dopo partiremo per il Brasile".

"Gli Europei sono stati una bellissima esperienza. Ero molto nervosa i giorni e le ore prima di correre, ma una volta nello stadio lo stress è svanito" Ajla Del Ponte

Merito anche di una squadra affiatata e con una leader chiara. "Ci alleniamo due volte al mese assieme a Berna e siamo riuscite a creare un bel legame. Ellen Sprunger, la più sperimentata, ha molto aiutato il gruppo per il resto formato da tre U23. Ha avuto una funzione da mamma, ci ha tranquillizzate e suggerito come comportarci", ha poi chiuso la 19enne ticinese.

Condividi