Fondamentale è il ruolo della scuola per sportivi di Tenero
Fondamentale è il ruolo della scuola per sportivi di Tenero (Ti-Press)

Lo sport senza dimenticare lo studio

Il rapporto tra formazione e agonismo al centro della Domenica Sportiva

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Chiusa la carriera sportiva si apre una nuova vita per gli atleti professionisti. Una vita che può essere affrontata nel migliore dei modi, con serenità, soprattutto se si è riusciti a portare a termine una formazione scolastica. Proprio questo è stato il tema attorno al quale si è sviluppata l'ultima edizione della Domenica Sportiva.

"Adesso che sto andando verso la fine della mia carriera sportiva posso dire di essere felicissimo della scelta che ho fatto, avendo dato la priorità agli studi - ha spiegato Fulvio Sulmoni, giocatore del FC Lugano e che, dopo la maturità al Liceo Elvetico, ha conseguito un bachelor e un master in finanza all'USI - Se non avessi fatto degli studi, puntando solo sul calcio, oggi mi sarei trovato a compiere delle scelte forzate, accettando magari una professione che non fa per me. Questo è un aspetto molto sottovalutato, soprattutto dai genitori. Loro per primi non devono farsi illudere da tanti personaggi che ruotano attorno al mondo dello sport. Bisogna sempre restare coi piedi per terra".

Oggi posso dormire sonni tranquilli perché in futuro potrò scegliere il mestiere che più mi aggrada Fulvio Sulmoni

Sulla medesima linea d'onda anche Paolo Duca, ex giocatore e oggi ds dell'Ambrì, ma che ha alle spalle anche un diploma a Zurigo, una laurea in economia a Lugano e un master in management. "Per me è stato importantissimo il ruolo dei miei genitori, che hanno sempre cercato di farmi capire l'importanza di perseguire una formazione à côté della carriera sportiva - ha spiegato Duca - Lo studio mi è anche servito da equilibrio per la stessa carriera sportiva. Soprattutto nei momenti più difficili, avere qualcosa che ti distogliesse dalla pressione è stato un toccasana".

Mi è sempre piaciuto andare a scuola Paolo Duca
 
 
 
 
Condividi