Leonard esulta mentre Curry deve masticare amaro
Leonard esulta mentre Curry deve masticare amaro (Keystone)

Primo titolo NBA per i Toronto Raptors

I canadesi superano Golden State in gara-6 e conquistano l'anello

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per la prima volta nella storia il titolo NBA esce dagli Stati Uniti e prende la via del Canada. I Toronto Raptors si sono infatti laureati campioni sconfiggendo i Golden State Warriors per 4-2 nella serie finale. Al termine di una gara-6 ricca di emozioni la squadra di coach Nick Nurse si è imposta per 114-110 violando così per la terza volta il parquet della Oracle Arena e negando il terzo titolo consecutivo (il quarto in cinque anni) agli uomini di Steve Kerr.

Devastante per gran parte della serie, Kawhi Leonard non è andato oltre i 22 punti, ma è comunque stato eletto con merito MVP delle Finals. L'ex giocatore dei San Antonio Spurs è stato ben supportato da Pascal Siakam e Kyle Lowry, entrambi autori di una prova maiuscola da 26 punti.

I californiani hanno dal canto loro pagato a caro prezzo gli infortuni, con uno stoico Klay Thompson (30) rientrato in campo per tirare i liberi dopo un problema al ginocchio (rottura del crociato) nel terzo quarto, e uno Steph Curry sottotono: 21 punti ma solo 6/17 al tiro ed errore sulla tripla del possibile sorpasso sul 111-110 a meno di 10" dalla fine.

 

 
 

 

Condividi