Un selezionatore felice
Un selezionatore felice (Keystone)

"Abbiamo l'atteggiamento e la tattica giusta"

Yakin, Gavranovic ed Embolo soddisfatti e con lo sguardo già verso l'Italia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Con questo successo la Svizzera ha assicurato al suo selezionatore Murat Yakin di essere in sella anche ad inizio 2022, visto che almeno lo spareggio è assicurato: "Abbiamo avuto una buona partenza, abbiamo messo sotto pressione la Lituania. Abbiamo dovuto avere un po' di pazienza, ma poi la prima rete ci ha tolto quel pizzico di nervosismo. Nel secondo tempo non siamo più riusciti a metterli sotto pressione ma è stata una grande serata".

Non è che lavoriamo solo in difesa, abbiamo fatto un lavoro tutti insieme: c'è solidarietà in questa squadra, che gioca con gioia Murat Yakin

Il mister ha poi chiuso guardando verso Roma: "Già la prima partita con l'Italia è stata importante. Ora l'importante è che tutti restino in forma e arrivino pronti. È una fase decisiva, non vedo l'ora della partita di Roma. Abbiamo l'atteggiamento e la tattica giusta".

Soddisfatto anche Mario Gavranovic, che in 15' ha trovato una rete importante: "Siamo entrati subito concentrati, l'unico rammarico è che potevamo forse realizzare qualche rete in più. Per me era importante ritrovare la Nazionale dopo l'infortunio e il cambio di squadra, adesso sono contento di rientrare nel mio club e spero di giocare per essere ancora chiamato con la Svizzera e magari segnare ancora".

Parole finali per Breel Embolo, autore di una doppietta alla sua 50a presenza a soli 24 anni: "È stata un'ottima serata per noi, sono molto felice di essere riuscito a fare due gol e di aver raggiunto un buon risultato. Sono in forma, mi sento bene, mi piace aiutare la squadra, anche facendo assist. Mi piace divertirmi e fare belle azioni, poi se riesco a segnare è il massimo. Abbiamo fatto belle cose, siamo positivi in vista dell'Italia. Sono felice per Mario. La sua rete ci dà qualche possibilità in più".

 
 
Condividi