Il direttore delle squadre nazionali
Il direttore delle squadre nazionali (Keystone)

"Contro il Camerun ci vorrà più ritmo"

Pier Tami è felice che i rossocrociati ricoprano ruoli più importanti nei club

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A tre giorni dall'esordio contro il Camerun, la grande questione in casa Svizzera è legata alle condizioni fisiche della squadra, apparsa decisamente sottotono giovedì scorso contro il Ghana. "Chi ha poco o nulla di intensità di gioco, difficilmente può raggiungere la sua migliore condizione in così pochi giorni - ha spiegato Pier Tami - Quindi il mister saprà chi è in grado di giocare per 90' e chi invece difficilmente riuscirà a farlo".

Rispetto agli Europei abbiamo più giocatori che ricoprono ruoli importanti nei rispettivi club e avranno maggiore fiducia

Tra i giocatori che sono fermi da diverso tempo c'è sicuramente Xherdan Shaqiri, che nelle ultime settimane si è mantenuto in forma a Lugano. "Shaqiri si è allenato molto bene e intensamente quindi i dati dicono che sta bene - ha proseguito il direttore delle squadre nazionali - Però giocare una partita è un'altra cosa. Sarà la partita stessa che fornirà le indicazioni in tal senso".

Cosa servirà dunque contro il Camerun? "Avremo bisogno di alzare il ritmo per raggiungere i canoni che servono per affrontare una sfida internazionale. E poi di avere la lucidità per tramutare in gol le occasioni che riusciremo a crearci", ha concluso il ticinese.

 
Condividi