A Lubiana Djourou è stato convincente
A Lubiana Djourou è stato convincente (KEYSTONE)

Forza Svizzera, vogliamo il bis

Con l’Albania in casa i tre punti non devono mancare

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Forte della vittoria all’esordio in Slovenia, la Svizzera si sta preparando al secondo appuntamento con il gruppo E delle qualificazioni ai Mondiali, che la vedrà impegnata martedì alle 20h30 a Lucerna con l’Albania (diretta su RSI LA2, Rete Uno e in streaming a partire dalle 20h00).

I ragazzi di Ottmar HItzfeld sono chiamati a confermare quanto di buono hanno mostrato a Lubiana, ma senza poter contare su Tranquillo Barnetta, già rientrato in Germania, assente per la giornata di squalifica conseguente al rosso di venerdì sera. Mehmedi o Stocker i possibili sostituti.

Il CT potrà invece confidare su una difesa più rocciosa di quanto si presumesse. I due centrali Von Bergen e Djourou hanno ben impressionato. Per il difensore dell’Arsenal, in effetti, il problema ce l’avevano i giornalisti, non lui: “Siete voi, piuttosto, che mi avete messo pressione. Ma ciò non mi crea problemi. Potete continuare a parlare, conosco le mie qualità, il tecnico anche, e a Lubiana ho dimostrato di poterci stare. Anche se all’Arsenal gioco poco, lavoro sempre tanto e bene”.

Atmosfera da derby

Cinque giocatori, Behrami, Xhaka, Shaqiri, Mehmedi e Dzemaili hanno origini albanesi. 6'000 dei 15'600 biglietti (ci sarà il tutto esaurito) sono stati venduti a supporter ospiti. Entrambe le compagini sono reduci da un successo. Insomma, gli ingredienti affiché l'ambiente si scaldi al punto giusto ci sono tutti.

"Sappiamo in che contesto si svolgerà la partita: ci fischieranno", ha dichiarato Hizfeld. "Sarà una vera e propria sfida, non solo per noi ma anche per i nostri fan".

Il tifo contro i cinque rossocrociati dal cuore diviso va messo sicuramete in conto. Come reagiranno? Gökan Inler ne ha parlato con i suoi compagni di squadra e di reparto in Nazionale come a Napoli, Dzemaili e Behrami. "Non devono pensarci troppo", ha detto. "Devono pensare al loro lavoro, rimanere concentrati, serve la forza e tutti devono essere al top".

Condividi