Ha finito con la vittoria in Coppa Svizzera
Ha finito con la vittoria in Coppa Svizzera (Ti-Press)

"Ho avuto paura di smettere, ce l'ho ancora"

Maric, che resterà nel Lugano, è però felice del mondo in cui si è chiusa la sua carriera

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nella serata di festa di ieri a Cornaredo il pubblico bianconero ha avuto la possibilità di abbracciare virtualmente, anche se non è sceso in campo per infortunio, Mijat Maric, che a 38 anni ha deciso di smettere con il calcio giocato, ma che resterà all'interno della società. "Il mio sarà un mix di lavoro sul campo e dietro alla scrivania - ha spiegato il difensore - inizierò con i giovani e poi vedremo dove mi porterà la mia strada".

Sarò pronto per questo nuovo ruolo. Adesso non lo sono, ma lo sarò Mijat Maric

"Voglio ringraziare il Lugano e il Ticino - ha proseguito Maric - perché qui ho avuto la possibilità di inseguire e coronare i miei sogni. Sono diventato calciatore, ho giocato, ho fatto la mia carriera e poi sono potuto tornare qui per chiudere in questo modo incredibile. Non potevo chiedere di finire in un modo migliore, ho la sensazione di vivere in un sogno".

Nella mia testa c'è ancora lo spirito dello sportivo Mijat Maric

"Ho avuto paura di smettere e... ce l'ho ancora! Ho ancora voglia di campo, ma credo che sia normale. Quando staccherò un po' da tutto, magari durante le vacanze, riuscirò a carburare e a fare il passo verso la mia nuova vita. Come ho già detto, se avessi potuto scegliere avrei firmato per appendere le scarpe al chiodo dopo aver vinto una Coppa Svizzera", ha concluso Maric.

 
Condividi