Le maglie delle due società
Le maglie delle due società (rsi.ch)

L'Inter a Lugano: "Posto perfetto per ripartire"

Nerazzurri in Ticino dall'8 al 14 di luglio, ci sarà un'amichevole con i bianconeri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Ariele Mombelli

Dopo la Nazionale Svizzera, più volte a Cornaredo per preparare al meglio i suoi impegni internazionali, pure l'Inter sarà ospite della Città di Lugano. I nerazzurri del neotecnico Antonio Conte giungeranno a Cornaredo lunedì 8 luglio e lasceranno il soggiorno di Villa Sassa domenica 14 luglio al termine della Casinò Lugano Cup, che li metterà di fronte alle 17h30 al Lugano. In corso di definizione diversi eventi durante la settimana.

"Per la Città di Lugano è un piacere accogliervi", ha aperto con queste parole il suo discorso il sindaco di Lugano Marco Borradori. "Per noi si tratta di un'occasione di sviluppo incredibile, per questo organizzeremo anche una mezza giornata con gli sponsor del club nerazzurro. L'Inter è una squadra top a livello europeo, se ha scelto questa destinazione significa che qui ci sono le condizioni per allenarsi e stare bene. Siamo estremamente orgogliosi!".

Poter utilizzare i canali di comunicazione dell'Inter è un privilegio per Lugano Roberto Badaracco

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il presidente del Consiglio di Stato Christian Vitta: "L'Inter è una società storicamente posizionata ai vertici mondiali. Questa è una grande opportunità non solo per Lugano, ma per tutto il Canton Ticino. È una preziosa vetrina, attraverso la quale vogliamo veicolare la bellezza del nostro Cantone: un paesaggio magnifico con diversi servizi e strutture all'avanguardia".

Per me è come scartare un regalo, con la spinta dell'Inter potremmo diventare un top club Angelo Renzetti

Alessandro Antonello e Beppe Marotta erano invece i presenti in rappresentanza della società nerazzurra. L'amministratore delegato ha sottolineato come "guardando agli stemmi e all'anno di fondazione delle due società gli aspetti in comune siano molti". Un fattore che ha permesso a Beppe Marotta e colleghi di "sentirsi subito a casa". "Lo sport e il calcio spesso rappresentano un punto di congiunzione, in questo caso lo è tra Milano e Lugano, due piazze che rappresentano l'eccellenza, come dimostra anche l'accesso in Europa dei bianconeri", ha concluso l'ex dirigente della Juventus.

 
Condividi