Storie come quelle di Andriy Shevchenko
Storie come quelle di Andriy Shevchenko (Reuters)

Quando la partita si gioca fuori dal campo

Consigli di lettura: Demoni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Giacomo Moccetti

C’è chi, prima di diventare un fuoriclasse del pallone, ha vissuto sulla propria pelle il disastro di Chernobyl: è il caso di Andriy Shevchenko. Poi c’è chi ha visto la morte da vicino, come mai avrebbe immaginato, come accaduto ad Antonio Cassano. O chi ha visto la propria vita diventare un incubo, perseguitato da uno stalker che ne ha determinato la carriera, come successo a Fabio Quagliarella. E infine c’è chi ha dovuto fare i conti con la depressione, chi con la guerra, chi con una malattia terribile, chi ha vissuto il dramma di un terremoto e chi ha sofferto per razzismo. Tutti grandi protagonisti del calcio, che si sono trovati a giocare la partita più importante della propria vita fuori dal campo. Il giornalista Alessandro Alciato nel suo Demoni ha raccolto tredici storie di "protagonisti del calcio alle prese con le sfide della vita" facendole raccontare dai diretti interessati e dando vita a un libro dove anche loro, i calciatori famosi e milionari, si ritrovano messi alle strette dai drammi dell’esistenza. Perché nessuno è immune agli attacchi della vita.

Consigliato a chi: è convinto che tutti i calciatori siano bambocci viziati e strapagati.

Alessandro Alciato, Demoni, Vallardi 2018, 188 pp.

 
Condividi