A caccia di certezze
A caccia di certezze (Keystone)

"Tutti dovranno dare il massimo"

Jacobacci vuole vedere carattere negli ultimi delicati impegni stagionali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

C'è indubbiamente voglia di riscatto in casa Lugano dopo le ultime deludenti uscite. Nella conferenza stampa di lancio in vista della sfida del St.Jakob Park con il Basilea, il tecnico Jacobacci ha spegato in questo modo l'ultimo ko casalingo con il Vaduz: "Ogni sconfitta fa male, ma non si può dire che il Vaduz abbia giocato meglio di noi. Ha solo difeso e ha fatto due tiri e due gol. Noi qualche occasione ce la siamo creata. Dispiace perché era una partita da non perdere". A tal proposito il 58enne non ha voluto commentare le parole del presidente Renzetti: "Non mi esprimo, è un suo giudizio che posso accettare".

Ci mancano tre partite non facili, mi auguro che riusciremo a dare tutto fino in fondo Maurizio Jacobacci

Ora sul cammino del Lugano c'è la seconda in classifica: "Giochiamo contro un Basilea rigenerato in questo periodo, ha fatto 11 punti nelle ultime 6 partite, quindi sappiamo cosa ci aspetta". Le assenze in casa ticinese sono parecchie: "Bottani si è allenato, quindi verrà con noi, mentre Daprelà ha un po' di dolore al coccige ma ci sarà comunque. Invece Abubakar ha preso un colpo e probabilmente sarà assente, come pure Guidotti, Kecskes e Maric".

Non sto pensando al contratto, penso solo a finire al meglio la stagione Maurizio Jacobacci

Forse a questo Lugano in questo finale di campionato mancano le motivazioni giuste: "Non credo, abbiamo tre partite e i giocatori devono essere motivati. Dovranno dare il massimo, non avere rimorsi. Dare il massimo per me vuol dire arrivare stremati a fine partita con la consapevolezza di aver dato tutto".

 
Condividi