Ai nostri microfoni
Ai nostri microfoni (rsi.ch)

"Von Ballmoos e Brecher saranno i prossimi"

Diego Benaglio è stato uno dei primi portieri svizzeri ad avere successo all'estero

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Yann Sommer, Gregor Kobel, Jonas Omlin, Yvon Mvogo. Sono solo quattro nomi, esempi di portieri svizzeri che si sono stabilizzati nei migliori campionati del mondo. Insomma, se c'è un problema nella Svizzera di Murat Yakin, questo non riguarda sicuramente gli estremi difensori. Tra coloro che questa generazione l'hanno preceduta, lanciandola forse definitivamente nel grande calcio, c'è Diego Benaglio. "Sicuramente è un ruolo ricoperto alla grande, con tanti giocatori che stanno facendo un salto di qualità. Tanti sono titolari all'estero in squadre importanti, e dietro di loro stanno emergendo nuovi talenti che mettono loro pressione", ha detto il 38enne.

Le premesse della nuova Nazionale di Yakin sono buone Diego Benaglio

L'ex tra le altre di Monaco, Wolfsburg e Stoccarda ha vissuto un percorso molto simile agli attuali protagonisti della Nazionale: "Non so se sia stato io ad aprire la strada che porta all'estero, ma sicuramente l'esperienza maturata fuori dai confini è stata importante. Quello che rassicura e incoraggia è che c'è continuità. Presto in futuro vedremo altri rossocrociati intraprendere questa via".

 
Condividi