I due copresidenti del comitato organizzatore
I due copresidenti del comitato organizzatore (Keystone)

"Chi verrà? Questa è la grande domanda"

Alexandre Debons soddisfatto a metà della collocazione dei Mondiali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

C'è grande soddisfazione, mista a qualche preoccupazione, all'indomani della notizia che i Mondiali di Aigle-Martigny si faranno. "La grande domanda è legata alla presenza dei corridori - ha spiegato Alexandre Debons, copresidente del comitato organizzatore - In Svizzera e in Europa la situazione è buona. Sappiamo che i colombiani arriveranno con un charter per il Tour de France e resteranno in quarantena. Degli altri non si sa nulla, ma credo che i problemi più grandi emergeranno a livello giovanile. I big sono convinto che da qui a settembre potranno arrivare anche da Australia e Stati Uniti".

Il tracciato della cronometro è disegnato per Stefan Küng. Bisognerà vedere quanto sarà affaticato dal Tour Alexandre Debons

Anche sulla collocazione dell'appuntamento iridato tra il Tour de France e il Giro d'Italia il sentimento è duplice. "Per quanto concerne la corsa in linea credo che non ci sia mai stata una situazione più fortunata - ha proseguito Debons - Sarà la rivincita della Grande Boucle: tutti saranno in forma su un tracciato durissimo. Saremo però penalizzati per la cronometro della prima domenica, diciamo che questo riequilibra le cose".

 
Condividi