"Una notte ho anche dormito con questa maglia iridata" (rsi.ch)

Dai fiori a Grace Kelly agli spaghetti in sella

Incontro con Vittorio Adorni che nel 1968 trionfò ai Mondiali di ciclismo a Imola

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A cinquantadue anni di distanza il Mondiale di ciclismo tornerà a corrersi a Imola, con identico arrivo sul circuito automobilistico. Proprio lì dove nel 1968 trionfò Vittorio Adorni, dopo una fuga epica e tagliando il traguardo con quasi dieci minuti di vantaggio sul secondo. Cose mai viste. E proprio per degnamente approcciarsi all'evento iridato (che avrebbe dovuto svolgersi ad Aigle), in programma questa settimana, dal 24 al 27 settembre, il collega Elias Bernasconi è andato ad incontrare proprio l'82enne corridore emiliano, il quale ha ripercorso con lui alcuni momenti della sua incredibile carriera.

Quando ho tagliato il traguardo con le braccia alzate mi è sembrato di toccare il paradiso. Anche perché le mie braccia sono molto lunghe... Vittorio Adorni
 
Condividi