Con l'ambito trofeo
Con l'ambito trofeo (Keystone)

"Ho dato tutto quello che avevo in corpo"

Il vincitore del Giro Geoghegan Hart sta vivendo un sogno ad occhi aperti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Venticinque anni, un ruolo da gregario di lusso e poche vere ambizioni di alta classifica: erano questi i presupposti di Tao Geoghegan Hart per il Giro d'Italia. Il ritiro del leader della Ineos Grenadiers Geraint Thomas e una forma sorprendente l'hanno però proiettato in un'altra dimensione, uno stato di grazia che oggi gli ha permesso di vincere la Corsa Rosa. Il britannico rivive la cronometro decisiva: "Ho dato tutto quello che avevo in corpo, senza però prendere rischi inutili, soprattutto nel finale. Sono felicissimo".

Questa vittoria non mi cambierà come persona Tao Geoghegan Hart

Mille emozioni, ma solo un pensiero. Geoghegan Hart, dopo aver tagliato il traguardo, è volato ad abbracciare la sua fidanzata Hannah Barnes, ciclista professionista pure lei: "È stata dura vivere un mese senza poter vedere i propri cari. Proprio per questo, sono andato subito da lei. Forse, ora, non sono più il secondo miglior corridore in casa".

 
Condividi