Impossibilitato a chiudere in bellezza la sua presidenza
Impossibilitato a chiudere in bellezza la sua presidenza (Keystone)

"È una dura realtà che deve essere accettata"

René Fasel chiede a tutti di lasciare lo sport da parte per aiutare i vari paesi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"È una dura realtà che deve essere accettata dalla famiglia dell'hockey su ghiaccio": questa la dichiarazione di René Fasel, che voleva fortemente concludere il suo mandato alla presidenza della IIHF con i Mondiali in Svizzera ma che davanti alla pandemia non ha potuto fare altro che prendere, assieme agli altri membri del consiglio esecutivo della IIHF, questa decisione.

Lasciamo per un po' lo sport da parte e aiutiamo i governi René Fasel

"Il coronavirus è un problema globale che richiede degli sforzi enormi da parte dei vari paesi per fermarne la propagazione", ha proseguito il 70enne friborghese. "L'IIHF deve fare tutto quello che può per contribuire a questa lotta", ha concluso l'elvetico. Ricordiamo che è la prima volta dal 1946 che non si disputerà l'annuale rassegna iridata. Per questa edizione di Zurigo e Losanna erano già stati venduti 300'000 biglietti che verranno rimborsati.

 

 

 

Condividi