È stato sul ghiaccio in totale 85'49
È stato sul ghiaccio in totale 85'49" (Ti-Press)

"A livello di energie mi sento bene"

Heed non è preoccupato dal suo altissimo minutaggio nelle prime partite dei playoff

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dei sei stranieri titolari ancora senza punti dopo tre partite di playoff, due militano nel Lugano. Uno è Mikkel Boedker, che nelle ultime nove stagioni ha giocato solo tre volte la postseason, passando in un'unica occasione il turno, e l'altro è Tim Heed, che l'ultima rete nella fase ad eliminazione diretta l'ha firmata quattro anni fa. "A volte segni, altre no - ha sottolineato il difensore svedese - l'importante è continuare a scagliare dischi verso la porta avversaria mettendo qualcuno davanti al loro portiere, sperando così di realizzare qualche gol in più nel prossimo match".

Sta agli allenatori decidere se mettermi sul ghiaccio oppure no Tim Heed

Da stasera a Rapperswil (diretta su Rete Uno dalle 20h00) il Lugano, sotto 2-1 nella serie, dovrà migliorare la propria efficacia, visto che il solo Boedker ha fallito 10 occasioni nell'ultimo incontro. Heed dal canto suo è il giocatore più utilizzato in assoluto nei playoff, ma il suo alto minutaggio (85'49" in totale per una media di 28'36" a incontro) al momento non lo preoccupa: "A livello di energie mi sento bene - ha detto il 30enne di Göteborg - quindi proverò ad aiutare la squadra il meglio possibile".

 
 
Condividi