La festa è tutta per i sottocenerini
La festa è tutta per i sottocenerini (JustPictures)
Lugano
4
Ambrì Piotta
1
  • 16' Arcobello
  • 37' Josephs
  • 43' Josephs
  • 55' Arcobello
  • 7' McMillan
Tabellino Risultati e classifiche

Arcobello e Josephs offrono il derby al Lugano

I bianconeri raggiungono quota 150 vittorie nella storia della sfida ticinese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Partita combattuta doveva essere e partita combattuta è stata, ma solo per 40'. A spuntarla, nell'ultimo derby della regular season, è stato il Lugano che con il 4-1 della Cornèr Arena, acquisito grazie alle doppiette di Arcobello e Josephs, ha raggiunto quota 150 vittorie nella storia della sfida tutta in salsa ticinese. Derby che nelle ultime due stagioni ha sorriso con costanza ai sottocenerini, che su 12 incontri hanno gioito in 11 occasioni. I bianconeri, scesi in pista con un ottimo Fatton tra i pali, sono stati capaci di tenere il passo del Davos (il sesto posto occupato dai grigionesi dista ancora otto punti). Dal canto loro, i biancoblù si sono staccati dalla zona pre-playoff a causa della contemporanea vittoria del Berna sullo Zugo.

Uno dei punti di forza dei leventinesi sono le entrate in materia e come volevasi dimostrare sono stati proprio loro a trovare il vantaggio al 6'18'' con McMillan che, lanciato in contropiede, ha freddato Fatton con un preciso polsino all'incrocio. Da un palo di un topscorer (Pestoni al 13'06''), alla 15a rete stagionale di Arcobello, l'altro casco giallo di serata, ci sono poi voluti solo 2'32'' e la sfida è così andata in parità alla prima pausa. Nel periodo centrale, durante il quale si è esaltato il portiere luganese, a mettere la testa avanti sono poi stati i padroni casa con una spettacolare magia in shorthand di Josephs.

Chiuse positivamente tre inferiorità numeriche consecutive tra secondo e ultimo terzo, il Lugano ha allungato al 42'42'' con la doppietta del canadese, bravo a deviare nello slot un tiro di Loeffel. Segnata la terza rete i bianconeri hanno preso le redini del gioco e hanno impegnato Conz con costanza. Il 3-1 è stato il definitivo colpo di grazia per gli uomini di Cereda che al 54'01'' hanno pure incassato la seconda doppietta di serata, quella di Arcobello. Il 4-1 del topscorer statunitense ha segnato un derby, terminato con una bagarre nel finale, con tutte le reti siglate da stranieri.

 
Condividi