Un inizio non facile per il nordamericano
Un inizio non facile per il nordamericano (Ti-Press)

"Debutto non terribile, ma ora penso al derby"

Il neo portiere del Lugano Leland Irving ha esordito con un'amara sconfitta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La sfortunata partita di mercoledì sera - in cui il Lugano, battuto dagli Eisbären Berlino, ha salutato la Champions League - è stata comunque l'occasione per vedere all'opera il nuovo portiere bianconero, il 33enne canadese Leland Irving. Autore di una prova tutto sommato positiva, anche considerando che erano sei mesi che non giocava un match ufficiale, il nordamericano valuta così la sua prestazione: "Personalmente non è stato un terribile debutto, benché non mi senta di valutare la mia prestazione: lo farò in modo più approfondito con l'allenatore dei portieri - ha spiegato al microfono di Rete Uno Sport - Posso comunque dire che mi sono sentito bene tra i pali. L'energia non credo mi sia mancata: ho provato a mantenere la calma e forse sarei dovuto risultare più efficiente nei movimenti".

Peccato per la sconfitta, ma è stato bello tornare a giocare e sentire nuovamente il disco Leland Irving

Un esordio in un decisivo match internazionale e una seconda, probabile, uscita in programma venerdì, per la madre di tutte le partite, il derby. Per Leland Irving l'impatto nel nostro campionato non è stato certamente soft. "Ovviamente spero di giocare il derby - ha però ammesso lo stesso neo acquisto del Lugano - Ho visto l'atmosfera che si crea nella nostra pista e sarebbe bello viverla anche in trasferta".

 
Condividi