Ambiente surreale
Ambiente surreale (Ti-Press)
Lugano
1
Ambrì Piotta
4
  • 22' Wellinger
  • 34' D'Agostini
  • 42' Hofer
  • 46' Sabolic
  • 60' Zwerger
Tabellino Risultati e classifiche

Derby all'Ambrì, Lugano ai playoff

Nel silenzio della Cornèr Arena i biancoblù si impongono in rimonta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Ambrì ha vinto per la quarta volta in stagione il derby, imponendosi in rimonta per 4-1 sul Lugano nel silenzio della Cornèr Arena. Con il destino nelle proprie mani i bianconeri, che schieravano Chorney per Postma rispetto alla trasferta di Rapperswil, non hanno messo sufficiente grinta sul ghiaccio ma hanno purtuttavia trovato l'accesso ai playoff grazie alla parallela sconfitta del Berna sul ghiaccio di Losanna. I biancoblù, con Manzato tornato a difesa della gabbia, vincono per il secondo anno consecutivo il computo delle sfide cantonali (4-2) e rimangono appaiati al Langnau con 63 punti a -5 dagli Orsi e +11 sul Rapperswil.

Senza il trasporto del pubblico sugli spalti la partita ci ha messo un tempo intero ad entrare nel vivo, con la prima grande occasione della serata sul bastone di Flynn al 18' dopo due powerplay per parte giocati in modo decisamente fiacco. Al rientro dalla prima pausa i padroni di casa hanno trovato il ritmo degno di un match di National League, schiacciando per lunghi tratti i biancoblù nel loro terzo. Al meritatissimo vantaggio di Wellinger al 21'27", con la complicità di Walker davanti a Manzato, non hanno però fatto seguito altre reti e allora l'Ambrì è stato abile a sfruttare una delle poche occasioni del secondo periodo con il preciso polsino di D'Agostini al 33'28", in situazione di inferiorità numerica.

Ristabilita la parità gli uomini di Cereda hanno avuto 4' di fuoco in avvio di terzo tempo, trovando il doppio vantaggio e colpendo i bianconeri nel morale. Hofer lasciato tutto solo di superare Schlegel al 41'24" e Sabolic in 5 contro 4 al 45'39" hanno di fatto chiuso la sfida, complice anche l'incapacità della compagine di Pelletier di cambiare nuovamente marcia, soprattutto dopo le ottime notizie giunte dalla Vaudoise Arena. Di Zwerger a porta vuota il sigillo conclusivo, mentre Vauclair ha potuto festeggiare il suo 102o derby, superando nella speciale classifica Nicola Celio.

 
 
 
Condividi