A porte ravvicinate
A porte ravvicinate (rsi.ch)

"Dobbiamo ripetere la prestazione di martedì"

Per la trasferta di Berna McSorley spera in un "copia e incolla" del successo sul Ginevra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Federico Fiorito

"Se il copia e incolla funzionerà, avremo una buona serata domani". Con queste parole un euforico Chris McSorley ha presentato l'impegno del Lugano in quel di Berna, dopo aver ovviamente elogiato la prestazione della squadra contro il Ginevra. "Abbiamo guardato i video. I giocatori sono stati attenti, pazienti, hanno lottato, sono stati furbi. Il boxplay ha fatto un ottimo lavoro, e il powerplay ha fatto il suo. Quindi per noi si tratta di mettere in scena lo stesso piano di gioco".

Credo che ora che siamo al completo siamo una buona squadra di hockey e possiamo guardare tutti negli occhi senza timore Chris McSorley

Nessun cambiamento in vista dunque per un Lugano che insegue la quarta vittoria da dopo la pausa dedicata alle Nazionali o, per lo meno, di andare un'altra volta a punti (l'unica battuta d'arresto è infatti la sconfitta all'overtime contro il Friborgo). Hudacek si accomoderà in tribuna per la terza volta consecutiva insieme a Irving e, probabilmente, a Nodari. "Nessuno merita di non giocare - ha spiegato il coach canadese - Eppure qualcuno lo deve fare. Josephs ha giocato la sua migliore partita. Carr è tornato e si è visto che tipo di giocatore è. Libor resta uno straniero di grande qualità".

Nell'ottimo momento che sta vivendo la squadra bianconera stride forse il fatto di giocare così poco: quella di domani si inserisce in un lotto di appena quattro partite in venti giorni. "In questo momento va bene così - ha ammesso McSorley - Chiaro che se il periodo con un match a settimana dovesse andare avanti ancora a lungo, dovremmo inventarci qualcosa per tenere la squadra concentrata. In futuro durante le pause lunghe faremo delle specie di mini camp con i nostri giovani e con i giocatori di Biasca per tenere la squadra nelle migliori condizioni. Sapevamo che sarebbe stato un anno particolare con i Giochi alle porte, e Hnat ha organizzato tutto nei minimi dettagli".

I terzetti d'attacco: Carr, Arcobello, Fazzini; Boedker, Herburger, Morini; Josephs, Thürkauf, Bertaggia; Stoffel, Walker, Vedova; Traber (Hudacek).

Le coppie di difesa: Müller, Loeffel; Riva, Alatalo; Guerra, Chiesa; Wolf (Nodari).

I portieri: Schlegel, Fatton (Irving).

Condividi