In azione alla Coppa Spengler
In azione alla Coppa Spengler (Keystone)

"Gli arbitri sono la diciassettesima squadra"

Il linesman svizzero Kaderli racconta la sua esperienza ai Mondiali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un solo arbitro ha rappresentato la Svizzera ai Mondiali di Bratislava e Kosice, il linesman Roman Kaderli. "È una sensazione speciale essere presente ad una competizione iridata - ha detto il 40enne - entrare sul ghiaccio di un Mondiale è un'esperienza unica, anche se c'è tanta tensione, perché vuoi fare un buon lavoro in quella che è una vetrina di alto livello".

All'inizio c'è bisogno di una fase di adattamento, perché rispetto alla National League qui c'è maggiore tecnica e i duelli dove dobbiamo separare i giocatori sono meno frequenti Roman Kaderli

"Noi arbitri ci diciamo che siamo la 17a squadra dei Mondiali - ha proseguito Kaderli, già presente anche alle Olimpiadi di PyeongChang - e come tale abbiamo una riunione al mattino quando c'è qualcosa da discutere sulle partite. Ogni quartetto passa la giornata assieme e tutto è molto regolato, proprio come per i giocatori".

 
Condividi